29 Novembre 2020

Albenga, il Presidente Nicchi al Premio "Geddo"

03-06-2010 - stagione sportiva 2009-2010
Anche il presidente Marcello Nicchi ha partecipato alla cerimonia di consegna della 21° edizione del Premio Geddo. Si tratta di un riconoscimento, istituito dalla sezione Aia di Albenga, conferito all´associato ligure che si è particolarmente distinto nello svolgimento delle sue mansioni. "Per la prima volta abbiamo il piacere di avere qui con noi il presidente nazionale dell´Aia - ha detto il presidente degli arbitri di Albenga Fernando Di Latte - che da ancora più lustro al ricordo del fondatore della nostra sezione: Carlo Geddo. Così come ricordiamo altri associati importanti come Claudio Rosso, Stefano Grasso e Gianluigi Ferro". Il premio quest´anno è stato assegnato al presidente del Cra Liguria Andrea Torti, al termine del suo primo anno alla guida della regione. "Per essersi particolarmente distinto - recita la motivazione - per i successi raggiunti in campo nazionale come osservatore alla Can e per l´impegno profuso nella vita associativa come dirigente nel corso di questi anni". "E´ un riconoscimento che non considero rivolto a me come presidente regionale, ma a tutta la commissione - ha commentato Torti - E´ una squadra che lavora dietro le quinte che mi ha aiutato tantissimo durante tutta la stagione. Ritirare un premio nella mia Liguria è poi per me un grande onore". Tra i vincitori delle scorse edizioni figurano nomi importanti dell´arbitraggio ligure come Claudio Pieri, Graziano Cesari, Stefano Farina e i due attuali internazionali Mauro Bergonzi e Andrea De Marco. "Quando ci siamo insediati - è intervenuto Nicchi - abbiamo detto che volevamo fare vedere come si lavora in periferie e l´importante opera che hanno svolto i dirigenti locali come appunto Carlo Geddo. Non dobbiamo dimenticarci di chi ci ha insegnato a camminare".

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio