24 Aprile 2024
visibility
news

SEZ SAVONA - LA SEZIONE DI SAVONA FESTEGGIA 100 ANNI: “LA NOSTRA STORIA SARÀ IL NOSTRO FUTURO”

14-06-2023 15:57 - 2022-2023 SEZ News
“La nostra storia sarà il nostro futuro”. Con questa frase, che ha caratterizzato tutto il percorso di avvicinamento al centenario, il Presidente della Sezione di Savona Simone Roba ha aperto i festeggiamenti che si sono svolti sabato 10 Giugno a bordo di Costa Smeralda, in sosta nel porto di Savona.

Il Teatro di Sanremo, dove ha preso avvio la cerimonia, era gremito di associati, loro familiari, autorità e di associati di altre Sezioni intervenuti per l’occasione, e ha visto la partecipazione del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Carlo Pacifici e del Vice Presidente Alberto Zaroli.

Si è subito iniziato con la consegna degli attestati per i 50 anni di appartenenza all’AIA a Roberto Fresia e Mauro Vignola.

Erano presenti, tra gli altri, tutti i Presidenti della Sezione di Savona dal 1976 ad oggi, compreso il 99enne Armando Brustia. Una spontanea standing ovation ha accolto il suo arrivo in teatro.

Molto sentita e partecipata la tavola rotonda organizzata per l’occasione: “Sport e Disabilità: siamo tutti atleti”, che ha visto la partecipazione di atleti e di allenatori di diverse discipline sportive.

“In occasione di un momento per noi storico - ha dichiarato Roba -, abbiamo scelto di trattare il tema della disabilità nel mondo dello sport, con attenzione verso atleti paralimpici che fanno del movimento sportivo italiano una eccellenza ed un esempio di tenacia non solo nello sport, ma anche nella vita di tutti i giorni”.

Per la La Federazione Italiana Sport Paralimpico Calcio a Cinque per Ipovedenti e Ciechi erano presenti Francesco Cavallotto e Paul Iyobo, giocatori della Nazionale Italiana che parteciperà ai prossimi Mondiali dopo essersi classificata al quinto posto agli Europei; Eleonora Mele, ciclista e presente nonostante un recente infortunio alla spalla che mette in dubbio la sua presenza ai prossimi Mondiali che si svolgeranno ad agosto; Sandro Boraschi Responsabile Tecnico della F.I.PE. con due Paralimpiadi alle spalle con il pesista Andrea Bob Bruno; e Gianluca Rulli, rugbista in carrozzina. La tavola rotonda (guarda il VIDEO), moderata da Federico Marchi, Responsabile della Commissione Comunicazione, ha visto anche la partecipazione del Presidente dell’AIA Carlo Pacifici e del Vice Presidente Alberto Zaroli, i quali hanno rimarcato che gli ostacoli sono soprattutto nella mente delle persone e che sarebbe più corretto parlare di atleti e di sport, e non di disabilità.

Unanimi e concordi gli apprezzamenti di tutti per i temi trattati e per gli argomenti esposti. Anche se all’inizio il fatto di andare “in casa del nemico” - come ha dichiarato con ironia Iyobo - ha fatto sorgere delle perplessità, con il passare dei minuti si è creata un’atmosfera di perfetta sintonia tra tutti i presenti. Sorpresa, ma anche gioia nel vedere i filmati degli atleti in attività nelle loro specialità, perché proprio la non conoscenza della materia può creare delle idee sbagliate.

“La disabilità è solo negli occhi di chi guarda - ha affermato Pacifici - e non ci fa comprendere le potenzialità della diversità. La diversità non è la persona, ma è un concetto negli occhi di chi guarda”.

“Gli ostacoli sono nelle nostre teste e la normalità è solo un concetto statistico: il fare sport tutti insieme è un modo per crescere insieme” ha sostenuto Zaroli.

Alla fine, però, la scelta fatta dalla Sezione di Savona, dal suo Consiglio Direttivo e portata avanti con forza dal Presidente Roba è stata vincente, perché in un’occasione così rilevante si è riusciti a trasmettere valori importanti, senza alcuna retorica o vacue parole.

La cerimonia è poi proseguita con la consegna delle targhe di esordio nelle varie categorie degli arbitri savonesi, ma in particolare con i Premi Sezionali, istituiti ormai da moltissimi anni:

- “Premio Peluffo” per assistente arbitrale (all’assistente arbitrale regionale più completo per quanto riguarda il profilo tecnico e associativo. È riferito alla Stagione attualmente in corso): è stato conferito a Mario PRECI;

- “Premio Peluffo” per osservatore arbitrale (al miglior osservatore arbitrale in base alle valutazioni delle relazioni tecniche, presenze in Sezione e disponibilità. Vuole premiare l’impegno e la competenza dell’osservatore per la formazione dei giovani arbitri): è stato conferito a Marco TERZI;

- “Premio Falamischia” (al miglior arbitro maggiormente distintosi nella prima Stagione Sportiva di attività: vuole essere di sprone a tutti i giovani che intraprendono l’attività arbitrale affinché la svolgano con impegno e dedizione): è stato conferito a Stefano ROMERO;

- “Premio Ruffinengo” (all’arbitro più completo sotto il profilo tecnico e associativo così come lo era Fiorenzo): è stato conferito a Daniele SANTINI.

Il pranzo presso il ristorante Arlecchino, le cui sale per l’occasione sono state rinominate con gli anni delle vittorie ai Mondiali (1934-1938-1982-2006) e agli Europei (1968-2021), è stato anche magicamente accompagnato da due prestigiatori, che hanno intrattenuto i presenti, prima del taglio della torta a tema con la giornata.

Tra i presenti all'evento anche l'ex Presidente AIA Alfredo Trentalange, ed i Responsabili della CAN D Alessandro Pizzi e della CON Dilettanti Luca Gaggero.

Per sancire la storicità dell’evento, la Sezione di Savona ha realizzato, in collaborazione con Poste Italiane uno speciale annullo filatelico.
Articolo di Florjana Doci


Fonte: aia-figc.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie