28 Maggio 2020
news

SEZ LA SPEZIA - RIUNIONE CON L'OSSERVATORE MARCO CAREGNATO

13-02-2020 15:09 - 2019-2020 SEZ News
RIUNIONE CON L'OSSERVATORE MARCO CAREGNATO
A cura di Matteo Fazioli

Si è svolta nei locali sezionali la Riunione Tecnica tenuta dall’osservatore spezzino Marco Caregnato, il quale, dopo aver svolto il ruolo di osservatore al Comitato Regionale Arbitri Liguria, raggiungendo ottimi risultati e avendo ottenuto il premio “Stefano Grasso” dalla Sezione di Albenga è transitato quest’anno alla CAI. Marco ha debuttato come arbitro nel 1999 ed è passato poi alla funzione di osservatore nel 2012.
La serata è stata introdotta dal Presidente di Sezione Loris Pedroni che ha dapprima presentato a tutti gli associati i nuovi arbitri che si sono recentemente uniti alla Sezione spezzina.
La parola è poi passata all’osservatore Caregnato, che ha trattato lo spostamento dell’arbitro sul terreno di gioco. Marco ha cercato di trasmettere tutta la sua esperienza ai presenti, soprattutto agli arbitri più giovani, che ancora devono iniziare il loro percorso arbitrale.
Caregnato ha sottolineato quanto sia fondamentale per essere credibili trovarsi sempre in una buona posizione per poter giudicare gli episodi, non rimanendo troppo distanti dallo svolgimento del gioco; per fare ciò è necessario che tutti gli arbitri siano allenati e, con l’occasione, è stata sottolineata l’importanza di frequentare il polo di allenamento che la Sezione spezzina mette a disposizione a tutti i suoi associati. La serata ha coinvolto molto i ragazzi presenti, soprattutto quelli che a breve dovranno fare l’esordio, dando a loro la possibilità di intervenire nel dibattito.
La riunione si è poi spostata sul posizionamento che l’arbitro deve tenere in campo nelle varie riprese di gioco. Si è partiti illustrando il posizionamento sul calcio d’inizio e sul calcio di rinvio, per poi affrontare quello del calcio d’angolo. Una maggiore attenzione è stata dedicata ai posizionamenti riguardanti i calci di punizione, distinguendo quelli in cui la barriera è posta all’interno dell’area di rigore e con alta probabilità di tiro in porta, nei quali l’arbitro ha la priorità di posizionarsi in modo da valutare un eventuale tocco di mano dei giocatori in barriera, dal quale scaturirebbe un calcio di rigore, da quelli in cui la barriera è all’esterno dell’area di rigore nei quali la priorità per l’arbitro diventa quella di concentrarsi sul gruppo di giocatori che si contenderanno il pallone al centro dell’area.
Al termine della riunione sono stati proiettati dei video che hanno mostrato il posizionamento sui vari calci di punizione da parte di alcuni arbitri della CAN A.
La serata si è poi conclusa con una cena conviviale in un locale del centro storico.



Fonte: craliguria.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account