21 Settembre 2020

SEZIONE DI NOVI LIGURE: LA SERIE B CON STEFANO FARINA

03-01-2015 17:04 - stagione sportiva 2014-2015
Pur essendo un proprio collega di Sezione, è sempre un momento molto significativo per gli arbitri di Novi Ligure trovarsi in riunione con Stefano Farina. Nel Commissario della CAN B i giovani associati vedono infatti un punto di riferimento ed una particolare occasione di crescita tecnica. Farina ha inizialmente spiegato il significato della sua intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport lo scorso 25 novembre, incentrata sul troppo gioco violento visto finora, passando poi alla visione di alcuni filmati. Proprio nei video il responsabile dei fischietti di Serie B ha mostrato come a volte, già nei primi minuti di gioco e senza apparenti motivazioni, si verificano interventi fallosi piuttosto duri. I colleghi presenti in sala, coinvolti nell´analisi delle situazioni di giuoco, hanno discusso costruttivamente sulle sanzioni da adottare.
Successivamente si è proceduto con l´analisi tattica dei comportamenti delle squadre, studiando le mosse sulle riprese di giuoco o particolari caratteristiche di un calciatore che possono facilitare l´arbitro nell´approccio e nelle valutazioni. «A livelli più bassi, l´attenzione ai comportamenti dei primi minuti può far capire all´arbitro quali saranno i personaggi o le dinamiche di gioco che si svilupperanno con l´andare della partita», ha detto il Presidente della Sezione di Novi Ligure, Mario Pastorello.
Subito dopo sono stati proiettati da Stefano Farina alcuni filmati relativi a situazioni di fuorigioco, alla cui discussione hanno partecipato anche assistenti e osservatori. Il Presidente Pastorello, in segno di ringraziamento per il prezioso contributo, ha infine consegnato un omaggio a Farina a nome di tutti i colleghi.

Fonte: Federico Marchi

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio